OCCHIALI


CASCHI BIKE


MASCHERE


CASCHI SCI

SALICE NELLO SPORT A 360°

Una linea completa di occhiali e maschere sportivi che denota particolare attenzione al design e continua innovazione tecnologica per migliorare le prestazioni degli atleti e offrire un prodotto all’avanguardia per chi pratica attività all’aria aperta. Sono numerose le discipline sportive a cui Salice offre il proprio sostegno: dallo sci allo snowboard e al fondo, dal ciclismo al motocross, dalla vela alla canoa. Il nome del brand deriva dal cognome della famiglia fondatrice, Salice appunto, Anna, ora alla guida dell’azienda, appartiene alla terza generazione. Salice oggi come ieri è sinonimo di velocità, sport, energia, adrenalina: concetti su cui questo brand ha sempre concentrato i propri sforzi, in tutti i campi agonistici in cui si è impegnata. Salice è soprattutto design al servizio della sicurezza: i prodotti sono realizzati grazie al prezioso aiuto degli atleti, in modo che tutti possano beneficiare della protezione di occhiali e maschere di elevati standard qualitativi. Le collezioni Salice sono garantite dall’"italianità" del prodotto, integralmente realizzato in Italia: un’affezione alla nostra bandiera che da sempre campeggia su tutti gli accessori in collezione.


Notizie dal mondo Salice

Ultime Notizie

TEAM CF RACING CON TOBIAS EBSTER 3° ASSOLUTI AL SARDEGNA RAID TT

Tre giornate di gara impegnative per la prima prova di campionato italiano raid tt. Le forti piogge hanno perversato lungo le piste del nord della Sardegna, rendendole molto viscide e mettendo in difficolta i piloti e i team. Decisamente positiva la prestazione del Team CF Racing. Dopo gli infortuni dei piloti nei mesi precedenti, finalmente u

Leggi tutto

PARTE OGGI IL GIRO D’ITALIA

Scatta oggi dall’Ungheria con la prima tappa il Giro d’Italia numero 105. E come successo negli ultimi anni anche noi saremo protagonisti della corsa rosa con Drone Hopper Androni Giocattoli. I corridori del team indosseranno il casco Vento, che già tanto piace, e il nuovo occhiale 026, che ha già ottenuto bella vetrina nel corso della prese

Leggi tutto

TEAM UNIPOLGLASS | Il primo oro stagionale

Luca Maccaferri ha regalato la prima vittoria stagionale al Team UnipolGlass, a Tortoreto Lido (Teramo) regolando in volata la trentina di corridori superstiti dei 101 partiti. Argento a Federico Amati del Team Logistica Ambientale, terzo Sergio Giaffreda della Contri Autozai. Il primo alloro è stato impreziosito dal decimo posto dell'altro gial

Leggi tutto

Quattro chiacchiere con...

Camillo Zucconi

Il nostro pubblico è composto da sportivi di diverso livello e di numerose discipline, così come da affezionate persone che credono nel marchio Salice e nella sua centenaria storia tutta italiana.

Hai voglia di presentarti a tutti noi?
Salve a tutti sono Camillo Zucconi. Sono stato 3 volte Campione del Mondo, 4 volte Campione Europeo, 6 volte Campione Italiano, 7 volte vincitore del Giro d’Italia a Vela inoltre medaglia d’oro CONI come migliore Atleta della Sardegna nel 2001, Vincitore della Quebec-ST.Malò nel 1992 e ho fatto parte del Team Prada su Luna Rossa nel 2000… e tante altre Regate in giro per il mondo! Avrete compreso ora che la mia disciplina è la vela. Attualmente invece faccio l’allenatore.

Ci dici quali sono la tua più grande qualità ed il tuo più grande difetto?
Essendo uno sportivo, pane al pane vino al vino: la lealtà, quindi sia pregio che difetto.

Qual è stato il momento più buio della tua carriera?
Ne ho avuti due, il primo nel 1998 quando ho vinto il mio primo titolo Mondiale in Spagna, assenza di motivazioni. Il secondo nel 2009 in corrispondenza della grande crisi economica che ci fu: poiché lo sport vive di sponsor, la crisi coinvolse molti team che furono costretti a fermarsi. E’ lì che ho iniziato ad allenare: ho iniziato con i ragazzi e sono rinato.

Quale è stato il momento più brillante della tua carriera?
Il momento più brillante fu quando nel 2001 a dicembre a conclusione di una stagione eccezionale, facemmo secondi al Campionato del Mondo a Valencia, vincemmo il Campionato Europeo a Punta Ala e vincemmo il Campionato Italiano a Napoli addirittura con un giorno d’anticipo, la barca era WIND. E mi consegnarono la medaglia d’oro CONI Sardegna, come migliore atleta sardo: che soddisfazione!

Quale è stato il momento più divertente della tua carriera?
E’ stata una bella carriera a trecentosessanta gradi, soprattutto divertente quindi sarebbero talmente tanti da ricordare che ne racconterò uno velocemente. Durante un Giro di Sardegna a Vela, organizzato da Cino Ricci, durante una tappa sulla costa orientale da Alghero ad Oristano passammo talmente vicino alla costa che ad un certo punto un pescatore subacqueo, alzò la testa e ci disse di allontanarci che era pieno di secche. Il timoniere incredulo gli rispose che la nostra carta dava un buon fondale. Il pescatore insistette ancora una volta poi fu più convincente: si alzò in piedi e l’acqua gli arrivava alle ginocchia. Ridemmo tutti ma la nostra regata fini li.

Quali sono i consigli che daresti ad un giovane che intende seguire i tuoi passi sotto il punto di vista della tua carriera sportiva?
Tanta determinazione e sete di vittoria, senza farsi demoralizzare dagli insuccessi o da altre delusioni. Senza dimenticarsi da dove si viene e dove si vuole arrivare. Ma anche tanto allenamento.

Spostiamo le lancette dell'orologio in avanti di 10 anni: chi sarai? Cosa starai facendo? In che veste ti immagini?
Fra 10 anni sarò sempre io, perché questo mi contraddistingue da sempre. Spero di essere ai Caraibi o in America del Sud al caldo, nella veste di cittadino del mondo.

Ti và di condividere con noi il tuo più grande sogno a livello sportivo e a livello personale?
Il mio sogno è sempre stata l’Olimpiade, che ho provato a raggiungere ma aveva dei costi esorbitanti e non potevo permettermela; ho provato con la Coppa America…. E sinceramente vorrei riprovarci magari in veste di esperto logistico da terra perché ormai avete visto tutti che le barche a vela della Coppa America volano tutte e superano i 110Km/h. Quindi per stare a bordo bisogna essere giovani e fisicati.

9. Quale è il tuo articolo preferito di Salice? Ci spieghi il perché di questa preferenza?
Allora io in Barca quando gareggio uso da sempre il Modello 002 ITA perché è leggero ed avvolgente e quindi non mi fa entrare gli spruzzi ed il vento negli occhi. Altri modello ai quali sono molto affezionato e che uso in Gommone quando faccio il coach sono lo 012 e lo 014, pratici e confortevoli. Ed in fine nel tempo libero e come occhiale da vista uso il modello 3047. Colgo poi l’occasione per ringraziare il mitico Paolo Tira e la signora Anna che ormai da 12 anni supportano il mio sport e le mie iniziative. Evviva lo sport! Evviva Salice!

Guarda i Modelli preferiti da Camillo Zucconi

Ultimi Modelli

OCCHIALE 027

L’occhiale 027 è pulito, moderno, altamente tecnico. E naturalmente versatile e incredibilmente avvolgente. Anche qui la lente cilindrica base 6, domina senza compromessi con una linea ancor più netta e decisa. Il modello è “all sports”, prestandosi molto anche ad un utilizzo fuori da allenamenti e gare. Lo caratterizzano linee semplici, mai interrotte, completamente armoniose per creare un fitting con il viso si contraddistingue, poi, per robustezza e leggerezza, offrendo la più totale protezione dalla luce. La ventilazione multidirezionale dal basso garantisce un passaggio dell’aria “speciale”, permettendo alla lente di “respirare” in qualsiasi circostanza. La lente ha il logo Salice “laserato” nella parte alta centrale: una griffe della nuova collezione. Il sistema di cambio lente è semplicissimo, con le due parti laterali che si liberano dalla lente con un click, così come il nasello. Le aste con gli attacchi e il porta nasello sono realizzate in Grilamid per garantire leggerezza e resistenza. Terminali e nasello (intercambiabile) sono in Megol, materiale anti scivolamento e “antiscalzamento”. La calzata è confortevole. Il logo Salice in 3D a dare tono e quel pizzico tecno in più è incassato nell’asta. 027 monta una lente, facilmente intercambiabile, in policarbonato RW specchiata con protezione UV 400 nm ad alto contrasto HC per garantire maggior senso di profondità per reazioni più veloci. La lente è antigraffio e con trattamento

Leggi tutto


OCCHIALE 026 026S

Un occhiale incredibilmente versatile, con la lente a dominare assolutamente senza compromessi. È questo il nuovo occhiale 026 di Salice. Con lente cilindrica base 6.5, 026 è un occhiale avvolgente dal forte tono tecnico “all sports”. Linee semplici, ma sinuose, il nuovo arrivato di casa Salice è tecnico e moderno al punto giusto, tanto da diventare per lo sportivo perfetto per ogni situazione. Robusto e leggero, secondo la consolidata tradizione Salice, 026 offre la massima protezione dalla luce. La lente con logo Salice “laserato” nella parte alta centrale, si libera dalle due attacchi laterali velocemente grazie ad un sistema di cambio semplicissimo. Aste, attacchi e porta nasello stampati in Grilamid che garantisce leggerezza e resistenza .Terminali e nasello sono prodotti in Megol, materiale anti scivolamento e “antiscalzamento”. La calzata è confortevole. Nelle aste trova spazio il logo Salice in 3D. Il tutta lente, con la sinuosità delle linee sia in basso che in alto, fa il resto del lavoro per quanto riguarda il flusso dell’aria, evitando spiacevoli appannamenti. 026 monta una lente, facilmente intercambiabili, in policarbonato RW specchiate con protezione UV 400 nm ad alto contrasto HC per garantire maggior senso di profondità per reazioni più veloci. La lente è antigraffio e con trattamento IDRO per far scivolare via acqua, polvere e sporco.
L’occhiale, con pratico astuccio, è fornito con una seconda lente arancio. La particolarit

Leggi tutto


CASCO ICE

Arriva un nuovo casco neve in casa Salice Occhiali. E la parola d’ordine per presentare il nuovissimo Ice è ancora una volta versatilità. L’alta tecnologia dei materiali costruttivi, una forma compatta e un piglio moderno eleggono già Ice, che nel nome per impatto racconta molto, come casco multisport davvero top.
I 13 fori di aerazione, studiati nella forma particolare sul fronte come sui lati, conferiscono ad Ice un’ottima ventilazione. Il sistema è estremamente evoluto con forma e dimensione dei fori mai invasive, ma assolutamente efficaci. La ventilazione all’interno della calotta è sempre pressoché costante, con le due feritoie frontali che facilitano il flusso dell’aria verso la maschera per evitare l’appannamento della stessa. L’imbottitura tecnica Eva permette la massima traspirabilità unita ad un comfort superiore alla media. Mai come in nessun altro casco di casa Salice, in Ice si incontrano design e tecnologia per un mix da alta gamma con uno sguardo al futuro. La costruzione è in moulding: la calotta interna è in eps costampata alla calotta esterna in policarbonato. Leggero da portare, Ice ha la sua versione per alpinismo e scalata contraddistinta dagli elastici multiuso ai lati per fermare la maschera, così come le luci da casco, con anche l’elastico frontale. La versione per lo sci viene fornita con l’imbottitura invernale inclusa. A proposito di maschere, Ice è studiato per adattarsi praticamente a tutti i modelli. La chiusura

Leggi tutto


Tecnologia Lenti

Lenti Polarizzate

L’occhio umano non riesce a scindere i raggi luminosi orizzontali e verticali di cui è composta la luce. Le lenti polarizzate contengono uno speciale “filtro polarizzante” che assorbe la luce orizzontale, responsabile dell’abbagliamento e degli effetti di distorsione delle immagini e lascia passare solo la luce verticale. L’utilizzo di lenti polarizzate garantisce una visione ottimale, una corretta percezione dei colori e del contrasto e un comfort maggiore grazie all’assorbimento dei riflessi che normalmente affaticano l’occhio.


Lenti Fotocromatiche

Le lenti fotocromatiche contengono sostanze sensibili ai raggi UV che modificano la propria struttura chimica in base all’intensità della luce. La lente ha un colore di base chiaro che diventa più scuro quando la luce solare è più intensa, per ritornare rapidamente al colore iniziale quando la luce diminuisce. Questa tecnologia permette di indossare sempre gli occhiali passando da zone d’ombra a zone particolarmente luminose e viceversa. I colori disponibili sono CRX bronzo e fumo (passaggio di categoria da 1 a 3) disponibile sui modelli 019 – 005 ; bronzo ( passaggio di categoria da 2 a 4 ) sui modelli 59G-008 – 007 e trasparente (passaggio di categoria da 0 a 2 )sul modello 838.


Notizie dal mondo Salice

Quattro chiacchiere con...

Camillo Zucconi

Il nostro pubblico è composto da sportivi di diverso livello e di numerose discipline, così come da affezionate persone che credono nel marchio Salice e nella sua centenaria storia tutta italiana.

Hai voglia di presentarti a tutti noi?
Salve a tutti sono Camillo Zucconi. Sono stato 3 volte Campione del Mondo, 4 volte Campione Europeo, 6 volte Campione Italiano, 7 volte vincitore del Giro d’Italia a Vela inoltre medaglia d’oro CONI come migliore Atleta della Sardegna nel 2001, Vincitore della Quebec-ST.Malò nel 1992 e ho fatto parte del Team Prada su Luna Rossa nel 2000… e tante altre Regate in giro per il mondo! Avrete compreso ora che la mia disciplina è la vela. Attualmente invece faccio l’allenatore.

Ci dici quali sono la tua più grande qualità ed il tuo più grande difetto?
Essendo uno sportivo, pane al pane vino al vino: la lealtà, quindi sia pregio che difetto.

Qual è stato il momento più buio della tua carriera?
Ne ho avuti due, il primo nel 1998 quando ho vinto il mio primo titolo Mondiale in Spagna, assenza di motivazioni. Il secondo nel 2009 in corrispondenza della grande crisi economica che ci fu: poiché lo sport vive di sponsor, la crisi coinvolse molti team che furono costretti a fermarsi. E’ lì che ho iniziato ad allenare: ho iniziato con i ragazzi e sono rinato.

Quale è stato il momento più brillante della tua carriera?
Il momento più brillante fu quando nel 2001 a dicembre a conclusione di una stagione eccezionale, facemmo secondi al Campionato del Mondo a Valencia, vincemmo il Campionato Europeo a Punta Ala e vincemmo il Campionato Italiano a Napoli addirittura con un giorno d’anticipo, la barca era WIND. E mi consegnarono la medaglia d’oro CONI Sardegna, come migliore atleta sardo: che soddisfazione!

Quale è stato il momento più divertente della tua carriera?
E’ stata una bella carriera a trecentosessanta gradi, soprattutto divertente quindi sarebbero talmente tanti da ricordare che ne racconterò uno velocemente. Durante un Giro di Sardegna a Vela, organizzato da Cino Ricci, durante una tappa sulla costa orientale da Alghero ad Oristano passammo talmente vicino alla costa che ad un certo punto un pescatore subacqueo, alzò la testa e ci disse di allontanarci che era pieno di secche. Il timoniere incredulo gli rispose che la nostra carta dava un buon fondale. Il pescatore insistette ancora una volta poi fu più convincente: si alzò in piedi e l’acqua gli arrivava alle ginocchia. Ridemmo tutti ma la nostra regata fini li.

Quali sono i consigli che daresti ad un giovane che intende seguire i tuoi passi sotto il punto di vista della tua carriera sportiva?
Tanta determinazione e sete di vittoria, senza farsi demoralizzare dagli insuccessi o da altre delusioni. Senza dimenticarsi da dove si viene e dove si vuole arrivare. Ma anche tanto allenamento.

Spostiamo le lancette dell'orologio in avanti di 10 anni: chi sarai? Cosa starai facendo? In che veste ti immagini?
Fra 10 anni sarò sempre io, perché questo mi contraddistingue da sempre. Spero di essere ai Caraibi o in America del Sud al caldo, nella veste di cittadino del mondo.

Ti và di condividere con noi il tuo più grande sogno a livello sportivo e a livello personale?
Il mio sogno è sempre stata l’Olimpiade, che ho provato a raggiungere ma aveva dei costi esorbitanti e non potevo permettermela; ho provato con la Coppa America…. E sinceramente vorrei riprovarci magari in veste di esperto logistico da terra perché ormai avete visto tutti che le barche a vela della Coppa America volano tutte e superano i 110Km/h. Quindi per stare a bordo bisogna essere giovani e fisicati.

9. Quale è il tuo articolo preferito di Salice? Ci spieghi il perché di questa preferenza?
Allora io in Barca quando gareggio uso da sempre il Modello 002 ITA perché è leggero ed avvolgente e quindi non mi fa entrare gli spruzzi ed il vento negli occhi. Altri modello ai quali sono molto affezionato e che uso in Gommone quando faccio il coach sono lo 012 e lo 014, pratici e confortevoli. Ed in fine nel tempo libero e come occhiale da vista uso il modello 3047. Colgo poi l’occasione per ringraziare il mitico Paolo Tira e la signora Anna che ormai da 12 anni supportano il mio sport e le mie iniziative. Evviva lo sport! Evviva Salice!

Guarda i Modelli preferiti da
Camillo Zucconi

News

TEAM CF RACING CON TOBIAS EBSTER 3° ASSOLUTI AL SARDEGNA RAID TT

Tre giornate di gara impegnative per la prima prova di campionato italiano raid tt. Le forti piogge hanno perversato lungo le piste del nord della Sardegna, rendendole molto viscide e mettendo in difficolta i piloti e... Leggi tutto


PARTE OGGI IL GIRO D’ITALIA

Scatta oggi dall’Ungheria con la prima tappa il Giro d’Italia numero 105. E come successo negli ultimi anni anche noi saremo protagonisti della corsa rosa con Drone Hopper Androni Giocattoli. I corridori del team in... Leggi tutto


TEAM UNIPOLGLASS | Il primo oro stagionale

Luca Maccaferri ha regalato la prima vittoria stagionale al Team UnipolGlass, a Tortoreto Lido (Teramo) regolando in volata la trentina di corridori superstiti dei 101 partiti. Argento a Federico Amati del Team Logistic... Leggi tutto


Ultimi Modelli

OCCHIALE 027

L’occhiale 027 è pulito, moderno, altamente tecnico. E naturalmente versatile e incredibilmente avvolgente. Anche qui la lente cilindrica base 6, domina senza compromessi con una linea ancor più netta e decisa. Il modello è “all sports”, prestandosi molto anche ad un utilizzo fuori da allenamenti e gare. Lo caratterizzano linee semplici, mai interrotte, completamente armoniose per creare un fitting con il v ... Leggi tutto


OCCHIALE 026 026S

Un occhiale incredibilmente versatile, con la lente a dominare assolutamente senza compromessi. È questo il nuovo occhiale 026 di Salice. Con lente cilindrica base 6.5, 026 è un occhiale avvolgente dal forte tono tecnico “all sports”. Linee semplici, ma sinuose, il nuovo arrivato di casa Salice è tecnico e moderno al punto giusto, tanto da diventare per lo sportivo perfetto per ogni situazione. Robusto e legg ... Leggi tutto


CASCO ICE

Arriva un nuovo casco neve in casa Salice Occhiali. E la parola d’ordine per presentare il nuovissimo Ice è ancora una volta versatilità. L’alta tecnologia dei materiali costruttivi, una forma compatta e un piglio moderno eleggono già Ice, che nel nome per impatto racconta molto, come casco multisport davvero top.
I 13 fori di aerazione, studiati nella forma particolare sul fronte come sui lati, conferiscono ... Leggi tutto


Tecnologia Lenti

Lenti RWX by NXT® 2-4


Lenti Polarizzate

L’occhio umano non riesce a scindere i raggi luminosi orizzontali e verticali di cui è composta la luce. Le lenti polarizzate contengono uno speciale “filtro polarizzante” che assorbe la luce orizzontale, responsabile dell’abbagliamento e degli effetti di distorsione delle immagini e lascia passare solo la luce verticale. L’utilizzo di lenti polarizzate garantisce una visione ottimale, una corretta percezione dei colori e del contrasto e un comfort maggiore grazie all’assorbimento dei riflessi che normalmente affaticano l’occhio.




Via Suganappa 10, 22015,
Gravedona ed Uniti, Como, Italy
Tel. +39 0344 85224
Fax +39 0344 89177 - salice@saliceocchiali.it
P.IVA IT 00232090134
[ Informativa per il trattamento dati ]


Download : Cataloghi | Poster | Video | Loghi

Area Stampa : Comunicati | Rassegna Stampa | Cartelli Vetrina | Newsletter

| Contatti | Link Partner |

English Version


Seguici su: